Analisti e progettisti di software, tecnici programmatori, ingegneri energetici e meccanici, esperti della sicurezza sul lavoro: queste, secondo un’analisi della Cgia di Mestre, alcune tra le figure professionali che in futuro saranno più richieste in Italia. E’ evidente che il nostro Paese necessita di un rafforzamento della cultura scientifica, a partire dall’orientamento scolastico, anche per poter offrire ai giovani future opportunità lavorative di alto profilo.
In Germania il Governo da tempo sta incentivando i giovani ad avvicinarsi alle materie MINT, acronimo che indica matematica, informatica, scienze naturali e tecnica (in tedesco Mathematik, Informatik, Naturwissenschaften e Technik). Lo stesso percorso di orientamento avviene nei Paesi anglosassoni per le materie STEM: scienze, tecnologia, ingegneria e matematica (Science, Technology, Engineering and Math).
VIVIgas sente il dovere di contribuire alla crescita della cultura scientifica in Italia, fino dai banchi di scuola. Questo perché siamo convinti che la creazione di valore non possa e non debba restare confinata solo al mondo dell’impresa, ma debba innervare l’intero tessuto economico e formativo del Paese, a partire dal momento cruciale dell’orientamento scolastico.

VIVIgas Energy Lab

Il progetto vuole far conoscere in chiave pratica e sperimentale il mondo dell’energia ai giovani studenti della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado, ed è pensato per essere un valido supporto per il corpo docenti.
L’obiettivo è quello di avvicinare i giovani alle tematiche dell’energia e della sostenibilità lavorando alla diffusione di un modello di comportamento che sia rispettoso nei confronti dell’ambiente in cui viviamo. Come renderli consapevoli dell’importanza di questa risorsa se non coinvolgendoli fin da piccoli?
Promuovere una corretta educazione civica è fondamentale per favorire la formazione di cittadini consapevoli e affinché i bambini di oggi crescano con una coscienza eco-sostenibile è essenziale che conoscano temi cruciali quali il consumo dell’energia e l’utilizzo responsabile delle risorse che ci vengono messe a disposizione. Il fulcro del progetto “VIVIgas Energy Lab” è che i bambini possano imparare divertendosi capendo che le azioni del singolo hanno un impatto sull’intera comunità e che un cambiamento è davvero possibile.

Officina Robotica

E’ un progetto all’avanguardia già molto diffuso negli Stati Uniti dedicato agli alunni delle scuole primarie e secondarie con l’obiettivo di avvicinare i giovani alla tecnologia e alla robotica.
La filosofia del progetto è molto interattiva: sperimentazione, interazione e logica caratterizzano l’attività multidisciplinare, che coinvolge gli studenti in prima persona. La chiave sperimentale è pensata per far comprendere a fondo e in modo semplice i concetti fondamentali attraverso una metodologia basata sul concetto di «learning by doing».
Il progetto si basa sul presupposto che una delle frontiere della didattica contemporanea consista nell’inserimento di tematiche innovative come la programmazione informatica, la filosofia maker e la robotica educativa.

La parola chiave è “fare” e l’obiettivo è comunicare ai ragazzi l’importanza di partecipare a incontri che riescano a stimolare riflessioni e idee creative in aula, come la realizzazione di strumenti utili nel campo energetico (per esempio generatori di energia attraverso la comprensione e lo studio di Arduino).

Scopri

VIVI Easybasket & Minibasket

Progetto realizzato nelle Province di Bergamo e Brescia, prevede corsi gratuiti di mini-basket per i bambini delle scuole primarie, realizzati con istruttori professionisti durante l’orario scolastico.
Un modo divertente e immediato per avvicinare i bambini al mondo della pallacanestro, far conoscere loro i fondamentali di questa disciplina sportiva e insegnare l’importanza di uno stile di vita sano e attivo; ma anche per trasmettere gli importanti valori del gioco di squadra, il rispetto delle regole e dell’avversario, l’importanza della lealtà e del sostegno ai compagni, la passione e l’impegno che aiutano nel raggiungimento dei propri obiettivi.
Easybasket è dedicato alle classi di prima e seconda ed è pertanto progettato in un’ottica più ludica, adatta all’età dei partecipanti, per imparare divertendosi. Minibasket coinvolge invece le classi di terza, quarta e quinta e prevede un insegnamento più mirato della tecnica sportiva e un approfondimento dei concetti base di psicomotricità.

VIVIvolley

Realizzato nelle scuole di Verona, prevede corsi gratuiti di pallavolo per i bambini delle scuole primarie realizzati con istruttori professionisti durante l’orario scolastico. Il progetto, patrocinato dal Comune e della Provincia di Verona, è realizzato in collaborazione con la società sportiva veronese VIVIgas Arena Volley.
I corsi, pensati per avvicinare i bambini ai fondamentali della pallavolo divertendosi, sono caratterizzati da un approccio didattico che privilegia l’aspetto ludico dello sport.
I laboratori sportivi sono divisi in due cicli a seconda della fascia di età dei partecipanti. I più piccoli (6-8 anni) hanno la possibilità di affacciarsi alla pratica delle prime attività motorie: giochi di movimento semplificati attraverso cui mettersi a confronto e imparare l’importanza del gioco di squadra. I più grandi (8-10 anni), invece, iniziano ad apprendere le prime regole della pallavolo con semplici giochi che li faranno entrare in confidenza con le tecniche e i valori più importanti dello sport.

Kids University

L’università degli studi di Verona diventa il prestigioso teatro di Kids University, un format didattico internazionale sostenuto e promosso da VIVIgas che permette di aprire le porte dell’Ateneo scaligero ai più piccoli.
Un’idea assolutamente innovativa che ha il grande merito di coinvolgere in un circuito virtuoso non solo centinaia di bambini e ragazzi compresi tra gli 8 e i 13 anni ma anche il mondo della scuola, le famiglie, il territorio e le istituzioni.
Ma l’Università può davvero risultare affascinante per un target che inizierà a frequentarla solo dopo molti anni?
Il segreto del successo della manifestazione è indubbiamente quello di mettere a punto una proposta didattica non solo ricca e curata, ma anche avvincente. Laboratori, lezioni e dimostrazioni pratiche si alternano a momenti più ludici con spettacoli, proiezioni e mostre, mettendo di fronte, ma rigorosamente sullo stesso piano, docenti, professionisti e ricercatori con i ragazzi e le loro domande, le loro curiosità, il loro bisogno di chiarezza.

Scopri